Home / blog / Frida in vacanza: un’estate col mio cucciolo

Frida in vacanza: un’estate col mio cucciolo

Per molti di noi, le ferie estive sono già alle spalle. Lo stesso vale per i nostri pets che, seppur non si dovranno rimettere sui libri a studiare o dietro una scrivania a lavorare, dovranno comunque riadattarsi alla vita quotidiana nelle loro rispettive case, almeno fino alla prossima vacanza.

Questa che ormai sta per vivere i suoi ultimi sussulti, è stata per me la prima estate col mio cucciolo, Frida. Nonostante non vi sia mai stato il dubbio se portarla in vacanza con me e la mia compagna, qualche timore non nego lo abbiamo vissuto. Frida, che come ormai sapete è un cucciolo di cocker spaniel di dieci mesi è, come molti altri piccoli esemplari della sua razza, iperattiva, a volte anarchica, giocherellona all’inverosimile, tanto da non vedere troppo spesso i pericoli. Per questa serie di motivi, la preoccupazione che si allontanasse nelle campagne umbre piuttosto che distruggesse le dimore che ci ospitavano erano, almeno sulla carta, fondate. Col senno di poi, nulla di più sbagliato avremmo potuto pensare.

Frida fin dall’arrivo a Perugia, ha dimostrato una cosa: l’attaccamento ai suoi umani. Infatti, nonostante la sua gran voglia di esplorare, conoscere, tuffarsi in tutto ciò che di nuovo le si parava dinnanzi, è stata ben attenta a non allontanarsi troppo dai nostri sguardi. Quando, col suo musino sempre attaccato al terreno pronto a seguire una nuova pista, si spingeva un po’ oltre, e immancabilmente in noi scattavano le prime preoccupazioni, la vedevi tornare a tutta velocità tra le nostre braccia, scodinzolante. Immancabilmente, questa volta, erano i sorrisi a comparire sui nostri volti.

fridicascata

Credo che sia un bene, per tutti quei cani (ma non solo) che durante l’anno non hanno la fortuna di godere di spazi all’aperto, poter finalmente sfogarsi in prati, acque, spiagge e boschi. Liberi di essere se stessi fino in fondo, ricongiunti alla natura almeno per qualche istante, sprigionando tutti gli istinti che li rendono un po’ diversi da noi. Questa opportunità gioverà loro, ma allo stesso tempo arricchirà noi, perché non c’è nulla di più bello per un umano, vedere il proprio pet essere libero e felice.

Claudio Calimera

Seguici sulla nostra pagina Facebook Petsintheworld

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli correlati:

Leggi anche

cane sta invecchiando

Il nostro cane sta invecchiano. Come dobbiamo comportarci?

L’età che avanza è un momento delicato nella vita del cane, che potrebbe perdere energia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi