Home / #LeRiflessioniDiMarina / #LeRiflessioniDiMarina – L’inverno è alle porte… e i gatti lo sanno
pelliccia

#LeRiflessioniDiMarina – L’inverno è alle porte… e i gatti lo sanno

Storie di gatti – L’inverno è alle porte…

pelliccia

Quando acquistate capi d’abbigliamento invernali, con inserti in pelliccia, e nella targhetta c’è scritto ad esempio Murmasky, sappiate che questa creatura corre e scodinzola e fa “bau bau”.Quindi se non abitate in Islanda o in Paesi del Nord Europa o in Alaska, luoghi estremamente freddi, pensateci prima di comprare questi indumenti, per il bene di tanti animali, foca, volpe, coyote, e tanti altri.

Io posseggo varie giacche con colli in pelliccia naturale e ahimè ho commesso questa leggerezza in passato, non ho letto l’etichetta, non mi sono posta il problema sulla provenienza di quel “pelo”, ho creduto, forse, che fosse sintetico. Disinteresse, superficialità, non so come definire questo mio atteggiamento; oggi nella mia nuova vita familiare siamo in cinque, tre sono gatti, quindi è tutto diverso, faccio più attenzione, sembra banale, ma devo a loro questa nuova consapevolezza.

Leggi anche “Storie di Gatti – Azzurra l’ha portata il mare

 

Smontati e riposti altrove, nel famoso armadio “mettilolà”, questi colli di pelliccia, dimenticati e nascosti alla mia memoria, sono ricomparsi improvvisamente, qualche mese fa, in piena estate.

Un pomeriggio, rientrando a casa, effettuavo il solito rituale di contare i gatti presenti, una sorta di appello, come la maestra ansiosa che, di ritorno da una gita scolastica, teme di aver smarrito qualche alunno, e allora guarda con maggiore attenzione e ripete più volte i nomi dei bambini.

Bene, quel pomeriggio, contrariamente alla maestra, non avevo smarrito nessuno dei miei tre pelosetti, in vero ne vedevo sei. Come la maestra, cercavo di mettere a fuoco le immagini e ripetevo i nomi dei miei gatti, Piji, Azzurra, Athos. L’ansia di averne smarrito uno lasciò il posto alla paura che i tre felini avessero cacciato delle prede pelose. Erano lì sul pavimento, inermi, forse immobilizzate dalla paura, povere anime non avevano piume, questo pensiero mi raggelò il sangue, nella testa una sola domanda:

“Cosa sono?”

Una serie di ipotesi cominciava a prendere forma, la paura e il timore crescevano, quando Piji, ad un tratto, ne afferrò una e cominciò a scuoterla emettendo il “ringhio del predatore”. Chiusi gli occhi per non vedere.

Chi vive con i gatti sa che l’istinto del cacciatore regala poche gioie, insetti morti, lucertole e uccellini catturati e portati come trofeo in giro per la casa. Anche un balcone in sicurezza può diventare terreno di caccia, non c’è scampo per piccoli rettili o uccellini, che puntualmente mi vengono cortesemente regalati.

Dovevo agire, salvare il salvabile, disinfettare la casa e lavare il muso ai predatori. Mentre studiavo un piano d’azione, sempre immobile davanti l’uscio di casa, Athos iniziò a leccare una di queste inermi creature pelose, in modo dolce, con fare fraterno, e fu allora che ne osservai il colore, era fuxia! “Ladri… gatti ladri, siete riusciti ad aprire l’anta scorrevole del guardaroba”.

Tutto sommato era una buona notizia, la battuta di caccia era andata bene, avevano catturato tre colli di pelliccia e non avevano fatto nessuna vittima reale! “Bravi amori miei, bravi, date un senso a questi inutili orpelli”!

 

Marina Picazio

Seguici sulla nostra pagina Facebook Petsintheworld

Leggi anche

curiosità imperdibili

#LeRIflessioniDiMarina – Curiosità imperdibili sui gatti. Scopriamole!

Curiosità imperdibili sui gatti, oggi ne scopriamo alcune insieme, chicche poco note che vi sorprenderanno! …

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi