Home / blog / Piante tossiche per cani e gatti: quali sono?

Piante tossiche per cani e gatti: quali sono?

Ecco una raccolta della piante tossiche più comuni pericolose per i nostri amici a quattro zampe

Piante tossiche

La primavera è finalmente alle porte (si spera..!) e come ogni anno non vediamo l’ora di arredare balconi, verande e giardini con piante e fiori! Ma se nella nostra famiglia c’è anche un fedele, peloso amico a 4 zampe dobbiamo prestare un po’ di attenzione in più. Non tutti sanno infatti che alcune piante, o parte di esse, possono essere tossiche e/o velenose sia per i cani che per i gatti.

Questi ultimi generalmente sono proprio quelli che risentono di più degli effetti di queste piante tossiche che tra poco vi elencherò, ma il livello di disturbo dipende molto anche in base al tipo di pianta e alla quantità eventualmente ingerita dall’animale.

Vediamo quali sono le piante tossiche più pericolose tra quelle più comunemente in nostro possesso:

Aloe vera molto nota per i suoi effetti curativi, l’ingestione delle sue foglie però può provocare diarrea, tremori, vomito e aumento dell’urinazione.

Azalea foglie e nettare se ingeriti possono provocare problemi gastrointestinali, neurologici e cardiaci.

Edera vomito, tremori, problemi respiratori, in generale provoca problemi all’apparato digerente e se ingerita in quantità elevata può provocare anche la morte. Anche in questo caso prestate attenzione anche all’acqua nei sottovasi.

Gelsomino presente in molti giardini e balconi, il gelsomino è pericoloso soprattutto per i gatti. L’ingestione delle sue parti può portare a mancanza di coordinazione, disturbi della vista, secchezza delle fauci, debolezza muscolare, crisi convulsive e insufficienza respiratoria.

Giglio pianta molto tossica soprattutto per i gatti, nei quali compromette fortemente la funzionalità renale.

Mughetto tutte le parti di questo fiore possono portare a problemi gastrointestinali e aritmie cardiache. Anche qua in questo caso bisogna fare attenzione all’acqua presente nei sottovasi, anch’essa tossica.

Oleandro problemi gastrointestinali e depressione cardiaca. Attenzione anche ai sottovasi, perchè questa pianta libera i principi tossici anche nell’acqua.

Ortensia sia le foglie che i boccioli possono causare diarrea, vomito, problemi respiratori, convulsioni, nei casi più gravi anche la morte.

Petunia dolori addominali, diarrea, letargia, salivazione anomala, problemi gastrici e rallentamento del battito cardiaco.

Rododendro vomito, nausea, forte salivazione, diarrea, depressione, coliche, problemi cardiaci e renali

Stella di Natale ammesso e considerato che ne abbiate ancora una in casa da Natale (a me muoiono sempre non so come mai..) contiene latte irritante per l’uomo e velenoso per gli animali, nei quali può provocare infiammazioni alla bocca, spasmi allo stomaco e vomito.

Tulipano tossica soprattutto per i gatti, i bulbi di questa pianta possono provocare problemi all’apparato digerente, di natura non particolarmente grave.

Ovviamente non sono solo queste le piante pericolose, ma abbiamo cercato di creare un elenco di quelle più comunemente conosciute e tenute in casa dalla maggior parte di noi.

 

Leggi anche: “Allergie infantili: avere cani in casa le cura!

 

Cosa fare se il nostro cane/gatto ha ingerito una di queste piante tossiche?

Se vi accorgete che il vostro animale ha ingerito parte di una di queste piante o riscontrate qualche sintomo sospetto evitate assolutamente di mettere in atto uno dei vari rimedi casalinghi come indurre vomito o far bere latte: c’è il rischio di fare ancora peggio. Sciacquate bene la bocca del vostro animale in modo da eliminare eventuali residui di piante ingerite e andate dal vostro veterinario: lui saprà cosa fare.

 

Susanna

 

Seguici sulla nostra pagina Facebook Petsintheworld e rimani aggiornato sulle ultime notizie dal nostro blog.

 

Iscriviti alla Newsletter

Leggi anche

curiosità imperdibili

#LeRIflessioniDiMarina – Curiosità imperdibili sui gatti. Scopriamole!

Curiosità imperdibili sui gatti, oggi ne scopriamo alcune insieme, chicche poco note che vi sorprenderanno! …

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi