Home / blog / L’inquinamento colpisce ancora e stavolta la vittima è un capodoglio

L’inquinamento colpisce ancora e stavolta la vittima è un capodoglio

Un esemplare di capodoglio di 10 metri è stato trovato morto in una spiaggia spagnola e dall’autopsia si è scoperto che la causa del decesso è da ricercare nella gran quantità di plastica ingerita

Attuale e sempre più allarmante, il problema dell’inquinamento nei mari continua a mietere le sue vittime. Stavolta è toccato ad un esemplare di capodoglio di circa 10 metri per 6,5 tonnellate, rinvenuto privo di vita nella spiaggia di Cabo de Palos, in Spagna. Non è la prima volta che un animale di questa specie viene trovato spiaggiato, ma ciò che ha sconvolto l’intero paese è il motivo del decesso del povero animale.

Per mezzo dell’autopsia si è accertato che ad ucciderlo è stata la plastica: ben 29 chili di rifiuti all’interno del suo stomaco che devono avere ostruito l’apparato digerente. Il referto agghiacciante non lascia spazio per dubbi o ipotesi. Torna in primo piano il problema relativo all’inquinamento nelle acque degli oceani di tutto il mondo.

 

Leggi anche: “Le tartarughe marine sono finalmente tornate sulla spiaggia di Mumbai

 

Come può un colosso del mare come il capodoglio morire per l’inquinamento? Purtroppo nella natura animale spesso si confonde ciò che è commestibile da ciò che non lo è. Così anche un capodoglio, che solitamente si nutre di calamari, può scambiare la sua cena con pezzi di plastica che stazionano nel fondo dei mari o altra spazzatura gettata dall’uomo.

Tutto questo deve assolutamente finire! I dati parlano chiaro e se non si farà qualcosa di concreto nei prossimi anni sul fondale marino ci sarà più plastica che fauna. Per questa ragione il caso del capodoglio ha risvegliato l’attenzione sul problema. Si è dato il via ad una campagna di sensibilizzazione per promuovere il riciclo, organizzare attività di pulizia e incentivare alla consapevolezza ambientale. Solo proseguendo verso questa strada lo sfortunato capodoglio non sarà morto invano!

 

Cristina Fontanarosa

 

Seguici sulla nostra pagina Facebook Petsintheworld e rimani aggiornato sulle ultime notizie dal nostro blog.

Leggi anche

cani da combattimento

Cani da combattimento: lotte umane

Corso, Pitbull, Mastino, Alano, Rottweiler, Dogo Argentino, Pastore dell’Asia Centrale: sono queste alcune delle principali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi