Home / #LeRiflessioniDiMarina / #LeRiflessioniDiMarina – Romeo il gatto guardiano

#LeRiflessioniDiMarina – Romeo il gatto guardiano

Romeo, il gatto guardiano: non è una storia semplice da scrivere e non risulterà facile da leggere. È un racconto che commuove, senza lieto fine

La storia del gatto Romeo, non è una storia facile da nessun punto vista. I nomi dei protagonisti, sono stati cambiati volutamente per rispettarne la privacy. Vi invito a leggerla con il cuore aperto e la mente pronta a ricevere.

Ho raccolto le confidenze di un’anziana signora a me molto cara, lei ama i miei gatti, in particolare Piji che ricambia il suo affetto in modo esplicito. Solitamente andiamo a trovarla una volta a settimana, Piji fa l’esploratore e io mi trattengo in cucina a chiacchierare con la Signora Lunetta.

Parliamo di cose futili, di cucina e di animali, lei ha avuto due gatti nella sua lunga vita, in due momenti molto diversi. Mi parla sempre del secondo, Billy, della vita felice vissuta in questa casa, di quanto si sono amati e di come somiglia al mio Piji. Ha anche una bella fotografia a colori incorniciata in ingresso, un gran bel gatto Billy, affettuoso e tenerone.

gatto guardiano

Oggi le ho chiesto di parlarmi del suo primo gatto Romeo, ho capito da subito di aver aperto il vaso di Pandora di questa fragile nonnina. Mi dice “È scappato il mio guardiano, lo ha fatto per salvarci, il mio guardiano non c’è più da tanto tempo”.

Le lacrime scendono sul suo viso e seguono la vie delle sue rughe, come acqua fluviale, non ho capito ancora nulla e le mie lacrime si fermano nelle palpebre inferiori, attendono.

 

Leggi anche: “Tagliacozzo: partono in vacanza e lasciano il cane solo

 

Seconda metà degli anni sessanta, il racconto è in bianco e nero, luce soffusa color seppia, la luce della memoria e della sofferenza. Marito, moglie, due bimbi piccoli e un gatto tigrato mansueto e sfuggente, Romeo. Storia ordinaria di violenza domestica.

Il Marito è un gran picchiatore, di lui racconta solo questo, un uomo violento e dal cuore sordo. Botte tutti i giorni, giorni senza botte non ne ricorda. Mi racconta solo un frammento di questo romanzo noir, per parlarmi finalmente di Romeo il suo primo amore peloso.

Un sabato pomeriggio il marito rientrò a casa più nervoso del solito, per primi furono colpiti i bambini. Avevano le schiene segnate, carta da musica, pentagrammi in bianco e nero. Usava la canna da pesca, la parte finale e con inaudita cecità disegnava le loro schiene. Romeo si rifugiava sotto il letto nel suo dolore e nel terrore, sognava di essere un cane dalla presa robusta. Gli episodi erano così frequenti che il suo bambino aveva messo sotto il letto una ciotola con dell’acqua. Romeo era il gatto guardiano di Lunetta.

gatto guardiano

Poi la furia, quel pomeriggio, si rivoltò contro la moglie, Lunetta, un colpo da ring, un dritto ben assestato sul naso. Le ruppe il setto nasale.

Fu allora che Romeo il guardiano saltó sulla schiena del mostro e disegnò il suo personale pentagramma verticale. Gli artigli affondarono profondamente nella sua grassa schiena, la sorpresa e il dolore spinsero l’uomo ad uscire correndo dalla porta di casa.

Di quella sera Lunetta ricorda lo sguardo di Romeo il suo dolce guardiano e del marito, lo stesso sguardo di odio e dolore, non rivide mai più nessuno dei due. Il suo gatto Guardiano fuggì sparendo nel nulla e così il suo aguzzino.

Smette di raccontare, ha il cuore forte Lunetta e i suoi ottanta li porta con dignità, non riesce più a parlare, io come lei, resto in silenzio, non ho parole capaci di alleviare il dolore di questi grigi ricordi.

È una storia triste, seguirono vane ricerche, Romeo, il gatto guardiano, in quel suo ultimo gesto aveva sacrificato se stesso per proteggere Lunetta.

Adesso non trattengo più le lacrime e vorrei abbracciarla e Piji, il mio guardiano, ha capito tutto già da tempo, si struscia sulle gambe di Lunetta e fa lo spiritoso.

Romeo spero tu abbia avuto una lunga vita tra i vicoli di questa città, sei stato un guardiano coraggioso e vivi ancora oggi nei ricordi della tua dolce Lunetta, lei ha dovuto sotterrare questo fardello e crescere due bambini, cancellare quei pentagrammi oscuri e amarti da lontano.

 

Marina

 

Seguici sulla nostra pagina Facebook Petsintheworld e rimani aggiornato sulle ultime notizie dal nostro blog.

Leggi anche

curiosità imperdibili

#LeRIflessioniDiMarina – Curiosità imperdibili sui gatti. Scopriamole!

Curiosità imperdibili sui gatti, oggi ne scopriamo alcune insieme, chicche poco note che vi sorprenderanno! …

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi